Btp in leggero calo su prese profitto, spread galleggia su 151 pb

martedì 18 novembre 2014 12:13
 

MILANO, 18 novembre (Reuters) - Secondario italiano in
leggero calo sulla scia di prese di profitto il giorno dopo le
parole di Mario Draghi sul possibile acquisto di titoli di
Stato, in una seduta complessivamente tranquilla e dai volumi
leggeri.
    Attorno alle 12,10 il differenziale di rendimento tra
benchmark italiani e tedeschi si attesta a 151 punti base dai
149 dell'apertura, dopo che ieri si è portato sotto la soglia di
150 pb sulla scia delle parole dell'inquilino dell'Eurotower.
Parallelamente il rendimento del decennale si attesta al 2,30%
dal 2,29% dei primi scambi.
     Ieri, nel corso di un'audizione al Parlamento europeo, il
presidente della Bce ha detto che tra le misure non
convenzionali a disposizione dell'Eurotower, in caso di
necessità, ci può essere anche l'acquisto di titoli di
Stato. 
    "Abbiamo visto prese di profitto ma il mercato non si muove,
cerchiamo di capire chi sta comprando. Da segnalare volumi
leggeri, in concomitanza con la fine d'anno", spiega un trader
di una banca italiana.
    Dal lato macro, la lettura dell'indice Zew, barometro della
fiducia di investitori e analisti tedeschi, a novembre si è
rivelata decisamente sopra le attese, portandosi a 11,5 da -3,6
di ottobre - quando l'indice si è portato in negativo per la
prima volta dal novembre 2012 - a fronte di un consensus per
0,5. Subito dopo la pubblicazione del dato - che questo mese ha
segnato il primo ritorno alla crescita dal dicembre 2013 - il
futures Bund ha ridotto i guadagni.
    "Quella di oggi è una seduta tranquilla, mi pare che il
mercato abbia reagito bene alle parole di Draghi di ieri ma che
la reazione iniziata nel finale di seduta di ieri si sia
fermata. Lo Zew e le asta spagnole non hanno avuto impatto. Il
mercato è fermo, non vedo grandi movimenti tra ieri e oggi",
spiega un secondo operatore.
    In mattinata, il Tesoro spagnolo ha collocato 4,52 miliardi
di euro - nell'ambito di una forchetta da 3,5 a 4,5 miliardi -
di titoli di Stato a 6 e 12 mesi, in una settimana densa di
appuntamenti sul mercato primario europeo. 
    Ieri il Tesoro italiano ha rimborsato 14,5 miliardi di Btp
(utilizzati circa 3,7 miliardi del Fondo per l'ammortamento dei
titoli di Stato), cui si aggiunge il pagamento di cedole per un
miliardo da Italia e Belgio.
    

=========================== 12,10 ==============================
FUTURES BUND DIC.          151,65   (-0,01)
FUTURES BTP DIC.           131,16   (-0,07)
BTP 2 ANNI  (AGO 16)    105,420  (-0,019)  0,540%
BTP 10 ANNI (SET 24)   112,703  (-0,102)  2,304%
BTP 30 ANNI (SET 44)   118,952  (-0,504)  3,729%
========================= SPREAD (PB)===========================
                                                 ULTIMA CHIUSURA
TREASURY/BUND 10 ANNI   154           154 
BTP/BUND 2 ANNI           59            60
BTP/BUND 10 ANNI       151           151
livelli minimo/massimo              149,6-152,6   149,1-158,0   
BTP/BUND 30 ANNI       205           203
SPREAD BTP 10/2 ANNI                   176,4         176,5
SPREAD BTP 30/10 ANNI                  142,5         141,2
================================================================
    
 
 -  Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in
italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia