Debito pubblico a settembre cala di 14,4 mld euro - Bankitalia

venerdì 14 novembre 2014 10:57
 

ROMA, 14 novembre (Reuters) - Il debito delle amministrazioni pubbliche è diminuito nel mese di settembre di 14,4 miliardi di euro, scendendo a quota 2.134 miliardi, rende noto oggi la Banca d'Italia.

Il calo, dice Bankitalia nel supplemento di finanza pubblica al suo bollettino statistico, "è stato determinato dalla riduzione di 30,9 miliardi delle disponibilità liquide del Tesoro (pari a fine settembre a 51,6 miliardi; 40,8 a settembre 2013), che ha più che compensato il fabbisogno del mese (18,4 miliardi)".

In aggiunta, "l'emissione di titoli sopra la pari, il deprezzamento dell'euro e gli effetti della rivalutazione dei titoli indicizzati all'inflazione hanno complessivamente contenuto l'incremento del debito per 1,9 miliardi".

Il calo è stato di 14 miliardi di euro per l'amministrazione centrale, di 0,4 miliardi per le amministrazioni locali, specifica Via Nazionale.

Nei primi nove mesi del 2014 il debito pubblico è aumentato di 64,2 miliardi: di 57,9 miliardi per le amministrazioni pubbliche, 13,9 miliardi per e l'aumento delle disponibilità liquide del Tesoro.

Nel fabbisogno dei primi nove mesi, dice Bankitalia, ha anche "inciso per 4,7 miliardi il sostegno finanziario ai paesi dell'area dell'euro".

Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia