Italia a rischio recessione anche in 2015 - Moody's

lunedì 10 novembre 2014 13:28
 

MILANO, 10 novembre (Reuters) - L'Italia rischia di restare in recessione anche l'anno prossimo. Lo prevede l'agenzia di rating Moody's che nel report Global Macro Outlook prevede per l'anno prossimo un andamento del prodotto interno lordo italiano compreso tra -0,5 e +0,5%, contro il +0,5% indicato meno di un mese fa.

D'altra parte, sostiene l'agenzia, "le riforme economiche impelementate di paesi periferici, e più di recente in Italia e in Francia, avranno un impatto positivo ma graduale sul Pil".

Moody's il mese scorso aveva definito l'accelerazione verso le riforme del governo italiano compatibile con il mantenimento di un outlook stabile sul rating dell'Italia a 'Baa2'.

Nell'aggiornamento diffuso oggi, Moody's spiega di aspettarsi nel breve termine "ulteriori aumenti della disoccupazione nei Paasi più deboli della zona euro, come Francia e Italia, che indeboliranno la spesa per consumi e amplieranno il contesto di bassa crescita, già molto prolungato".

Per quest'anno l'agenzia di rating prevede un Pil compreso tra -0,5 e +0,5%. La stima puntuale fornita il mese scorso proiettava una contrazione del Pil italiano nel 2014 pari allo 0,3%.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia