Legge Stabilità, tagli insostenibili, rischio default enti - Fassino

martedì 4 novembre 2014 13:50
 

ROMA, 4 novembre (Reuters) - I tagli che la legge di Stabilità impone a comuni e province sono "insostenibili" e rischiano di innescare casi di insolvenza.

L'avvertimento arriva dal presidente dell'Anci, Piero Fassino, nel corso di un'audizione alla Camera sulla manovra.

"Tra tagli diretti e indiretti c'è il rischio che si scarichi sul territorio una manovra francamente insostenibile", dice Fassino.

"Il taglio di un miliardo per le città e le province rischia di far partire in default questi nuovi enti", aggiunge.

La manovra riduce di 6,2 miliardi gli stanziamenti a favore degli enti territoriali ripartiti tra regioni (4 mld), comuni (1,2 mld) e province (1 mld).

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia