Francia, Ue ha chiesto chiarimenti su legge Stabilità 2015 - Hollande

venerdì 24 ottobre 2014 09:18
 

BRUXELLES, 24 ottobre (Reuters) - La Commissione europea ha chiesto chiarimenti alla Francia sulla bozza della legge di Stabilità del 2015. Lo ha reso noto il presidente francese Francois Hollande.

Parigi ha inoltrato a Bruxelles una legge di Stabilità che non rispetta gli obiettivi precedentementi assunti in sede europea.

La Francia si era impeganta nel 2013 a tagliare il deficit strutturale, al netto del ciclo economico, dello 0,8% nel 2014 e altrettanto nel 2015, mentre il bilancio 2015 prevede ora una riduzione di appena lo 0,2%.

Un atto contrario alle regole Ue, che probabilmente porterà Bruxelles a bocciare la bozza francese e a chiedere cambiamenti.

Hollande ha detto ai giornalisti dopo il primo giorno di Consiglio Ue che la Francia non farà riduzioni alla spesa oltre i 21 miliardi già previsti, ma che potrebbero esserci altre modalità per rispettare con le richieste relative al deficit strutturale.

La Francia ha una settimana per fornire ulteriori dettagli sulla bozza di bilancio 2015, dopodiché l'esecutivo Ue dovrà decidere se il bilancio dovrà essere rinviato a Parigi per essere cambiato o possa essere accettato.

Bruxelles ha inviato una lettera con richiesta di chiarimenti sulla legge di Stabilità anche all'Italia, in cui si sottolinea la "significativa deviazione" dagli obiettivi di bilancio di medio termine e si chiede di dettagliare le modalità con cui Roma intenda rispettare pienamente gli impegni assunti a livello Ue.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia