Legge Stabilità, Tesoro blinda pareggio con aumenti Iva e accise - bozza

giovedì 16 ottobre 2014 13:09
 

ROMA, 16 ottobre (Reuters) - Il ministero dell'Economia blinda il pareggio strutturale di bilancio nel 2017 con nuovi aumenti di Iva e accise sui carburanti.

La legge di Stabilità, secondo quanto si legge in una bozza vista da Reuters, aumenta sia l'aliquota Iva del 10% sia quella del 22% a partire dal 2016.

L'incremento non è tuttavia quantificato dal testo visto.

L'articolo 18 conferma il superamento della clausola di salvaguardia che Matteo Renzi ha ereditato dal precedente esecutivo di Enrico Letta. L'aumento delle entrate da 3 miliardi nel 2015 "è soppresso". La brutta notizia è che la stretta fiscale per gli anni successivi resta, seppur di dimensioni ridotte. L'aumento delle tasse dovrà infatti assicurare 4 miliardi anziché 7 nel 2016 e 7 miliardi invece di 10 dal 2017.

L'Italia avrebbe dovuto ridurre il deficit strutturale - calcolato cioè al netto del ciclo e delle una tantum - quasi a zero nel 2015 e raggiungere il pieno pareggio nel 2016.

Appellandosi alle "circostanze eccezionali" previste dal Fiscal compact per ammettere deviazioni dagli obiettivi, il governo ha chiesto all'Europa un rinvio di 12 mesi.

Con un'economia ancora anemica, ha spiegato il Tesoro, le correzioni di bilancio possono provocare l'avvitamento in una "spirale perversa che potrebbe generare recessione e nuova disoccupazione".

La Nota di aggiornamento al Documento di economia e finanza spiega che l'incremento delle tasse ha un valore di "12,4 miliardi nel 2016, di 17,8 nel 2017 e di 21,4 miliardi nel 2018". Inevitabili gli effetti recessivi, quantificati dal ministero dell'Economia in 0,7 punti di Pil a fine periodo.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia