Italia, rinvio pareggio strutturale a 2017 misura comprensibile-Dbrs

venerdì 10 ottobre 2014 19:39
 

MILANO, 10 ottobre (Reuters) - La recente decisione del governo italiano di rinviare al 2017 il raggiungimento del pareggio strutturale di bilancio viene vista come una misura eccezionale e in quanto tale assolutamente accettabile.

Lo ha detto il capo analista sovrano per l'Italia di Dbrs Giacomo Barisone, parlando con Reuters dopo che l'angenzia ha confermato il rating sovrano sul paese al livello A(low), con trend negativo.

"Riteniamo questa una misura temporanea, e quindi vediamo il rinvio del pareggio strutturale come una decisione assolutamente comprensibile" afferma Barisone, che tuttavia sottolinea: "Ci aspettiamo il rispetto del parametro del 3% per quest'anno e per il 2015. Nel frattempo sarà importante vedere la qualità dei tagli di spesa, nonché il rilancio delle privatizzazioni mirate a ridurre l'elevato indebitamento".

"Guarderemo inoltre con molta attenzione alla legge di Stabilità e alle sue componenti" conclude l'analista.

A fine settembre il governo italiano, presentando il nuovo quadro di bilancio, pur confermando l'impegno a non sforare il tetto del 3% per il deficit/Pil, ha avanzato la richiesta all'Europa di poter raggiungere nel 2017 anziché nel 2016 il pareggio di bilancio strutturale, cioè al netto del ciclo e delle una tantum.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia