PUNTO 1-Abs, Italia punta su Fondo garanzia per sfruttare acquisti mezzanine Bce

venerdì 3 ottobre 2014 15:52
 

* Tesoro studia garanzia pubblica, legge per aumentare risorse

* Ipotizzato ruolo Cdp e Bei per mercato tranche Abs subordinate

* Problema parità trattamento vigilanza con altri strumenti (Aggiunge fonte e contesto)

di Stefano Bernabei

ROMA, 3 ottobre (Reuters) - L'Italia sta studiando come potenziare il Fondo centrale di garanzia o altri strumenti a sostegno delle imprese per riconoscere una garanzia pubblica sulle emissioni Abs mezzanine, in modo che possano essere acquistate dalla Bce nell'ambito del programma dettagliato ieri dal presidente Mario Draghi.

In una riunione di ieri al Tesoro, di cui scrive oggi Il Sole 24 ore e che Reuters ha potuto confermare nei contenuti con uno dei partecipanti, si sono esaminate "le forme tecniche possibili" e sottolineato "come il governo e le autorità di Vigilanza vogliano utilizzare al meglio l'opportunità sugli Abs che viene con il programma della Bce".

L'Italia è tra le più reattive al piano della Bce e punta anche a sfruttare l'abbrivio del programma di Draghi per rimettere in moto il mercato italiano delle asset backed securities: rivitalizzare il mercato delle cartolarizzazioni permette alle banche di liberare capitale posto a garanzia degli impieghi e aumentare il credito a famiglie e imprese.

"Stiamo valutando il modo migliore per cogliere le opportunità rappresentate dallo sforzo della Bce di aumentare la liquidità sui mercati e per fare affluire credito alle imprese", ha commentato un portavoce del Tesoro.

Il programma della Bce prevede l'acquisto di Abs, sia esistenti che di nuova emissione, ma limitatamente alle tranche senior o mezzanine, purché assistite da adeguate garanzie.   Continua...