PUNTO 2-Ue, quadro è peggiorato, manovre più difficili - Padoan

lunedì 29 settembre 2014 18:30
 

* La congiuntura in Europa "è molto preoccupante"

* Fiscal compact, "rischio avvitamento" manovra dopo manovra

* L'Europa spinga la Germania a spendere di più (Aggiunge dichiarazioni)

ROMA, 29 settembre (Reuters) - L'Europa deve tener conto del peggiorato quadro macroeconomico quando valuta gli sforzi di risanamento fiscale compiuti dai singoli Stati membri.

Il ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, rilancia lo schema 'flessibilità in cambio di riforme' e dice che i Paesi in avanzo, come la Germania, dovrebbero riequilibrare i loro bilanci così come i Paesi in deficit.

"Bisogna riconoscere che il Fiscal Compact è stato concepito in un contesto nel quale il quadro macroeconomico era più favorevole e di conseguenza andrebbe tenuto conto della diversità del quadro macro e delle circostanze eccezionali, soprattutto di alcuni Paesi", ha detto Padoan intervenendo alla Camera durante la Conferenza interparlamentare sul nuovo Patto di stabilità europeo.

"In questo contesto tutte le manovre sono più difficili, anche se continueremo a perseguirle", ha aggiunto.

L'Italia sta negoziando con la Commissione europea il rinvio al 2017 del pareggio di bilancio espresso in termini strutturali, cioè al netto del ciclo e delle una tantum. Allungare i tempi di consolidamento fiscale permette al governo di evitare nel 2015 una correzione da 7-8 miliardi, destinando tutte le risorse disponibili a interventi di stimolo dell'economia.

Padoan allude a questo quando dice che "c'è ancora del cammino da fare e va collocato in un un quadro diverso, meno stringente".   Continua...