Italia, pronunciamento S&P a dicembre passaggio delicato -Attanà

mercoledì 24 settembre 2014 16:08
 

MILANO, 24 settembre (Reuters) - Il pronunciamento sul rating sovrano dell'Italia da parte di Standard & Poor's a dicembre sarà un passaggio molto delicato, vista la debolezza del quadro macro e la precedente conferma - per due volte di seguito - dell'outlook negativo sul merito di credito.

E' l'opinione di Giuseppe Attanà, presidente di Assiom Forex.

"Dopo due outlook negativi dovranno prendere una decisione" avverte Attanà, ricordando come sul fronte economico i dati restino poco incoraggianti.

Il presidente di Assiom Forex ricorda che un nuovo downgrade del rating sovrano avrebbe riflessi negativi a cascata sulle banche che verrebbero tagliate a ruota. E "per le normative interne, i fondi internazionali ridurrebbero l'esposizione" sull'Italia.

Attualmente S&P giudica l'Italia con rating BBB corredato da un outlook negativo. L'outlook è stato confermato a dicembre 2013 e a giugno 2014. Dal 2006 a luglio 2013 il rating è stato abbassato da S&P quattro volte, scendendo progressivamente da AA- all'attuale BBB.

(Elvira Pollina)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia