Legge Stabilità, tfr in busta paga ha pro e contro - Morando

mercoledì 24 settembre 2014 13:52
 

ROMA, 24 settembre (Reuters) - Il viceministro dell'Ecomomia, Enrico Morando, non si è fatto ancora un'idea sulla fattibilità della proposta di mettere in busta paga il Trattamento di fine rapporto (Tfr), consentendo ai lavoratori di rinunciare all'accumulo di parte della buonuscita.

Morando lo ha detto parlando con i giornalisti al termine del direttivo di Assonime a cui era stato invitato.

"Ho visto ma non ho ancora valutato attentamente la questione: ci sono aspetti positivi e non", ha risposto il ministro ai giornalisti che gli chiedevano che cosa pensasse dell'indiscrezione di stampa che vorrebbe il governo intento a studiare un pagamento, anticipato in busta paga, del 50% del Tfr maturato mensilmente dai lavoratori.

Il sole-24-ore ha scritto oggi che il dossier del governo prevede più soluzioni, anche con pagamento una tantum annuale delle rate maturate nel corso dei dodici mesi.

L'anticipo dovrebbe essere deciso volontariamente dal dipendente.

(Alberto Sisto)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia