Btp deboli con periferie in settimana cruciale, ma meglio di Spagna

martedì 16 settembre 2014 13:08
 

MILANO, 16 settembre (Reuters) - Il secondario italiano
appare debole nel quadro di una generalizzata debolezza delle
periferie. L'Italia tuttavia sovraperforma la Spagna: Madrid
accusa infatti il colpo dell'imminente referendum scozzese che
allunga un'ombra anche sull'unità del regno iberico. 
    La settimana è densa di eventi rilevanti: domani si
conoscerà l'esito del comitato di politica monetaria della
Federal Reserve, mentre giovedì sono in agenda il referendum
sull'indipendenza in Scozia e la prima operazione di
finanziamento Tltro da parte della Bce. Secondo un sondaggio
pubblicato ieri, le banche della zona euro porteranno a casa
oltre 3/4 dei circa 400 miliardi di euro di finanziamenti
offerti dalla Banca centrale europea tramite le Tltro (Targeted
long term refinancing operations), operazioni a lungo termine
destinate a ridare credito all'economia reale.
    "In un quadro generale di prese di profitto dopo la recente
tonicità, le periferie oggi appaiono deboli, forse appesantite
dal calo dello Zew, malgrado la voce sulle aspettative sia
buona" dice Alessandro Giansanti, strategist di Ing. "Il
referendum sull'indipendenza della Scozia pesa indubbiamente
sulla Spagna, date le ambizioni indipendentiste della
Catalogna". 
    Attorno alle 12,40 il decennale di riferimento spagnolo
rende 2,373% da una hiusura di ieri a 2,349%.
    La fiducia di analisti e investitori tedeschi è scesa meno
delle attese a settembre, ma ha toccato il minimo da quasi due
anni, a suggerire come la più grande economia della zona euro
risenta delle tensioni tra Russia e Occidente sulla questione
ucraina.
    "Le attese del Fomc hanno un po' pesato sui 'core' in
generale, ma ormai in qualche modo è già prezzato dal mercato"
dice Giansanti. "L'Italia sconta un po' anche la debolezza
economica, che però è in parte compensata dalle aspettative di
un intervento da parte della Bce in termini di 'QE' se la
situazione dovesse aggravarsi". 
     Gli operatori attendono dall'Italia la legge di Stabilità
prevista per la metà di ottobre, la cui messa a punto risulterà
più complessa, davanti a un quadro macro rivelatosi peggiore
delle aspettative iniziali, come hanno ricordato ieri i report
di Ocse, secondo cui il Pil quest'anno cadrà ancora dello 0,4%,
e quello di S&P's, che vede una crescita pari a zero.
     Sul fronte delle emissioni, completato il 75% del funding
previsto per quest'anno, Maria Cannata, responsabile del debito
pubblico, ha indicato lievemente sotto la soglia dei 470
miliardi il volume complessivo rivisto per quest'anno
. Cannata, inoltre, non ha escluso la possibilità
di un private placement di durata superiore ai 30 anni, dopo la
recente emissione a 50 anni della Spagna, ma l'ha vincolata alla
richiesta degli investitori e ai livelli proposti.
    Oggi sul primario si sono attivate Spagna e Grecia. Madrid
ha collocato 5 miliardi di titoli a 6 e 12 mesi,
mentre Atene ha collocato 1,3 miliardi di titoli a tre mesi
 

============================= 12,40 ============================
FUTURES BUND DIC.            148,47   (+0,30)          
FUTURES BTP DIC.             129,03   (-0,22)   
BTP 2 ANNI  (AGO 16)     106,162  (-0,025)  0,433%
BTP 10 ANNI (SET 24)    111,157  (-0,221)  2,492%
BTP 30 ANNI (SET 44)    117,887  (-0,210)  3,785% 
========================= SPREAD (PB)===========================
                                                 ULTIMA CHIUSURA
                                   
    
TREASURY/BUND 10 ANNI  157           158 
BTP/BUND 2 ANNI           51            50        
 
BTP/BUND 10 ANNI       150           145      
livelli minimo/massimo             148,1-151,2   142,5-144,7
BTP/BUND 30 ANNI       184           180
SPREAD BTP 10/2 ANNI                   205,9         205,2 
SPREAD BTP 30/10 ANNI                  129,3         129,7
================================================================
    
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. 
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia