BREAKINGVIEWS-La politica da sola non può rianimare un'Italia in coma

lunedì 11 agosto 2014 12:43
 

(L'autore è un editorialista BreakingViews e le sue opinioni sono personali)

di Neil Unmack

LONDRA, 11 agosto (Reuters) - Il segno meno di fronte all'ultimo dato del Pil italiano ci ricorda che la quarta economia d'Europa rimane inchiodata alla recessione.

Raramente il prodotto interno si è mosso in su negli ultimi 15 anni e la flessione dello 0,2% nel secondo trimestre è l'undicesimo calo negli ultimi 12 periodi.

Di fronte a questa situazione Matteo Renzi ha offerto finora riforme politiche, ma per l'economia ci vuole molto altro.

Il focus del premier sul cambiamento delle regole della politica ha certamente un senso economico. L'inefficienza del sistema è uno dei freni maggiori per il business. Un Senato riformato e una nuova legge elettorale potrebbero aiutare.

Per il momento, tuttavia, le modeste riforme economiche di Renzi non hanno prodotto effetti. La speranza che il piccolo taglio delle tasse sul reddito potesse innescare uno "shock da crescita" si è rivelato vano - perché gli italiani hanno paura che il governo non potrà permetterselo a lungo.

Renzi deve fronteggiare piuttosto la sfida che l'assenza di crescita pone ai conti pubblici. Potrà essere costretto a operare nuovi tagli per mantenere il deficit entro il limite del 3% del Pil, vincolante per l'eurozona. E, avendo ritardato le riforme strutturali, Bruxelles potrebbe negargli ogni consistente margine di manovra.   Continua...