Pil, Padoan: servono riforme e "controllo attento della spesa"

mercoledì 6 agosto 2014 14:34
 

ROMA, 6 agosto (Reuters) - Il dato negativo del Pil nel secondo trimestre di quest'anno non costringerà il governo a varare una manovra correttiva dei conti pubblici, purché si attui "un controllo attento della spesa" pubblica.

E' il commento del ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan al deludente dato di Istat sul Pil nel secondo trimestre 2014, che è diminuito dello 0,2% in termini congiunturali - toccando a livello nominale il punto minimo degli ultimi 14 anni -, mentre a livello tendenziale è sceso dello 0,3%.

"Dietro l'angolo non c'è una manovra. Il governo osserva attentamente la finanza pubblica e con un controllo attento delle spese la manovra non c'è", ha detto Padoan in un'intervista al Tg2, ribadendo che la strategia del governo centrata sulle riforme strutturali non cambia.

L'attenzione si sposterà quindi sulla spending review che vale 32 miliardi tra 2014 e 2016. Ma il governo ha già ridotto l'obiettivo di risparmio del 2014 a circa 3 miliardi dai 4,5 indicati nel Def.

"E' un dato negativo, ma ci sono anche aspetti positivi. La produzione industriale sta andando molto meglio e i consumi continuano sia pur lentamente a crescere", ha aggiunto con riferimento alla rilevazione Istat della produzione industriale a giugno, che segna +0,4% su anno e +0,9% su mese.

"Se ne esce continuando con strategia del governo; riforme strutturali, semplificazioni e aumento competitività".

Secondo Padoan, l'andamento del Pil inferiore alle attese - il +0,8% nel 2014 indicato nel Def è ormai irrealizzabile per lo stesso governo - non provocherà ripercussioni nei rapporti tra l'Italia e la Commissione europea.

"In Europa andiamo con i compiti fatti, con le riforme introdotte ed attuate. Solo a queste condizioni potremmo avere in Europa una voce più importante ed è quanto stiamo ottenendo".

Il ministro ha confermato che la legge di Stabilità renderà permanente il bonus di 80 euro per i redditi da lavoro medio bassi ma ha invitato le famiglie "a spendere al meglio le risorse aggiuntive che vi vengono trasmesse".

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia