Russia, correggono bond in dollari su timore sanzioni Ue

venerdì 25 luglio 2014 13:43
 

LONDRA, 25 luglio (Reuters) - I titoli sovrani russi denominati in valuta Usa si muovono al ribasso lungo tutta la curva, paventando una possibile stretta delle sanzioni da parte dell'Unione europea per il presunto sostegno del Cremlino ai separatisti ucraini.

L'emissione da 1,5 miliardi di dollari a scadenza 2043 lascia sul terreno quasi 2 cent, mentre il titolo 2030 arretra di mezzo centesimo. Si allarga intanto di 7 punti base a 285 il divario di rendimento tra Russia e Usa secondo l'indice Embi Global.

L'emissione in dollari 2022 targata Rosneft , controllata statale, cede un centesimo per portarsi sui minimi da maggio.

Il colosso dell'energia è una delle società cui le sanzioni occidentali impediscono di fare raccolta sul mercato globale.

I contratti derivati cds - credit default swap - si muovono di converso al rialzo di 10 punti base a 218 centesimi, secondo i dati Markit, a segnale del costo più oneroso della protezione da un eventuale default sovrano di Mosca.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia