Btp, prevale moderato rialzo, tassi vicini a minimi, spread a 160 pb

mercoledì 23 luglio 2014 12:29
 

MILANO, 23 luglio (Reuters) - Le tensioni geopolitiche non
alterano il tono di fondo positivo del mercato obbligazionario
italiano, e periferico in generale, con rendimenti che si
trovano di fatto sui minimi su tutti i punti della curva.
    Nel dettaglio, sembrano affievolirsi i timori di eventuali
conseguenze per la crescita globale delle crisi in Ucraina e a
Gaza. Il vertice di ieri dei ministri degli Esteri Ue ha evitato
di prendere posizioni nette contro la Russia, limitandosi a
ipotizzare eventuali sanzioni (ancora da definire), su
circolazione dei capitali, tecnologie per la difesa e per
l'energia, se Mosca non collaborerà nell'inchiesta
sull'abbattimento del volo Malaysian Airlines.
    In mattinata i movimenti dei Btp sono stati contenuti, con
quotazioni che hanno oscillato attorno ai valori di chiusura di
ieri, per poi attestarsi su un moderato rialzo, con l'eccezione
delle scadenze più brevi.
    A metà seduta, su piattaforma Tradeweb, lo spread rendimento
tra Btp e Bund decennali si muove in area 160-161 punti base, in
linea la chiusura di ieri.
    "Circa due settimane fa, con la questione del Banco Espirito
Santo, molti investitori sono andati corti su Italia e Spagna,
ma negli ultimi 10 giorni tutte le posizioni corte sono state
stoppate, permettendo alla periferia di recuperare tutto e anche
di più" afferma un trader da Milano, che indica comunque volumi
"bassissimi" nella seduta di oggi.
    
    SPAGNA FA MEGLIO DI ITALIA
    Praticamente fermo è il rendimento sul 10 anni italiano,
appena sopra il nuovo dall'introduzione dell'euro (per il nuovo
benchmark settembre 2024) del 2,75%, toccato nella seduta di
lunedì.
    Il precedente benchmark, il decennale marzo 2024, ha toccato
l'altro ieri un nuovo minimo dall'introduzione dell'euro al
2,64%. 
    "In questi ultimi giorni la Spagna ha fatto meglio
dell'Italia, lo spread è tornato sui 20 punti base, cosa che non
si vedeva da molto tempo" prosegue il trader.
    Lo spread Italia/Spagna - Btp settembre 2024 contro Bono
settembre 2024 - tratta a fine mattinata a 18
punti base, dopo aver toccato in questi giorni quota 22, massimo
dall'ottobre dell'anno scorso.
    Gli investitori hanno peraltro guardato con favore ai dati
di ieri pomeriggio sull'inflazione Usa di giugno, il cui dato
'core' è rimasto sotto il target Fed del 2%: un numero che, se
da una parte non mette in discussione la progressiva uscita
della politica monetaria americana dall'attuale fase espansiva,
dall'altra non aggiunge pressioni per un anticipo dei tempi di
un rialzo dei tassi.
        
============================= 12,25 ============================
FUTURES BUND SETT.          148,21   (+0,21)          
FUTURES BTP SETT.           127,00   (+0,14)      
BTP 2 ANNI (AGO 16)     106,424  (-0,017)  0,535%
BTP 10 ANNI (SET 24)   108,796  (+0,108)  2,764%
BTP 30 ANNI (SET 44)   114,318  (+0,105)  3,972% 
========================= SPREAD (PB)===========================
                                         
                                               ULTIMA CHIUSURA  
TREASURY/BUND 10 ANNI  131           132 
BTP/BUND 2 ANNI           51            52        
 
BTP/BUND 10 ANNI       161           161 
  livelli minimo/massimo             159,7-162,8   159,5-162,9  
BTP/BUND 30 ANNI       191           191
SPREAD BTP 10/2 ANNI                   222,9         223,6  
SPREAD BTP 30/10 ANNI                  120,8         119,9
================================================================
    
    
    
    Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in
italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia