27 giugno 2014 / 17:39 / 3 anni fa

PUNTO 1-Ue, Italia al lavoro su riforme, no Letta presidente Consiglio-Renzi

* Margini flessibilità dipenderanno da forza persuasione riforme

* Italia non può avere presidenza Consiglio Ue oltre a Bce

* Resta aperta ipotesi di ottenere per l‘Italia Alta rappresentanza esteri

* La Merkel non è colpevole di tutti i mali dell‘Europa (Aggiunge altre dichiarazioni, contesto)

di Giselda Vagnoni

BRUXELLES, 27 giugno (Reuters) - Raggiunta in Europa l‘intesa con Angela Merkel per una lettura più flessibile delle regole sui conti pubblici, Matteo Renzi chiede ora alle forze politiche italiane di accelerare sulle riforme ed esclude che Enrico Letta possa diventare il prossimo presidente del Consiglio europeo.

“Abbiamo concluso un buon accordo. Per la prima volta il focus è sulla crescita. Se un Paese fa le riforme strutturali sul serio ha diritto a una flessibilità più ampia”, ha detto il presidente del Consiglio al termine del vertice Ue che ha approvato l‘agenda strategica europea per i prossimi 5 anni e indicato Jean-Claude Juncker quale prossimo presidente della Commissione Ue.

“La partita non finisce qui e non sarà una passeggiata. Adesso tocca all‘Italia. Serve una marcia ancora più rapida sulle riforme. Spero che sia chiaro il significato dei 1.000 giorni. Il margine di manovra che ci sarà concesso dipenderà dalla forza di persuasione delle riforme che riusciremo a fare”.

Il compromesso che tiene insieme la richiesta tedesca di non cambiare le regole del Patto di stabilità e quella italiana di prestare più attenzione a crescita e sviluppo è stato raggiunto dopo due faccia a faccia con la cancelliera tedesca, sostenitrice della candidatura Juncker.

“Io sono l‘unico qui a non conoscere Juncker. Non lo avrei votato senza questo tipo di documento e senza l‘accordo tra i socialisti. E’ stata una scelta politica”, ha ribattuto Renzi all‘obiezione che l‘ex premier del Lussemburgo è un politico europeo di lungo corso che poco impersona l‘idea di un cambiamento della politica europea.

“Con la Merkel c‘è un rapporto di grande stima e rispetto. Io ho innovato i rapporti perchè ho smesso di considerare la Merkel colpevole di tutto. Noi vediamo la Germania come un Paese amico”, ha aggiunto.

PROSSIME NOMINE A VERTICE DEL 16 LUGLIO

Indicato il popolare Juncker alla guida della Commissione - per la prima volta con maggioranza qualificata di 26 voti, contrarie solo Gran Bretagna e Ungheria - e data per scontata la conferma del socialista tedesco Martin Shulz alla presidenza del Parlamento europeo, restano da coprire gli incarichi all‘Eurogruppo, all‘Alta rappresentanza per la politica estera e al Consiglio europeo.

Renzi ha escluso che quest‘ultimo ruolo possa andare al suo predecessore a palazzo Chigi: “Il nome di Letta per la presidenza del Consiglio europeo non è stato mai fatto né ufficialmente né pour parler perché, essendo Mario Draghi presidente della Banca centrale europea, è escluso che due delle tre principali presidenze europee [Commissione, Consiglio e Bce] possano andare all‘Italia”, ha spiegato.

Interlocutoria la risposta alla domanda se resista l‘ipotesi che l‘attuale responsabile della Farnesina, Federica Mogherini, possa diventare il nuovo Alto rappresentante per gli esteri.

Fonti europee hanno riferito durante il vertice che la candidatura Mogherini non avrebbe raccolto molti consensi per la limitata esperienza maturata in posizioni di vertice.

“Vedremo se toccherà a un socialista e se il partito socialista avrà desiderio di chiedere all‘Italia di proporre un nome. E’ una ipotesi che ove si verificasse ci vedrebbe pronti in modo molto concreto”, ha detto Renzi.

“Sarebbe molto importante che potessimo avere delle posizioni di responsabilità per sugellare questa ritrovata centralità che il nostro Paese ha avuto e sicuramente dovrà avere con ancora maggiore determinazione”, ha chiosato.

Sulle nomine rimaste aperte i capi di Stato e di governo si rivedranno nel tardo pomeriggio del 16 luglio.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below