Monetario, eccesso liquidità circoscrive tensioni fine semestre

venerdì 27 giugno 2014 12:32
 

MILANO, 27 giugno (Reuters) - Marginale tensione dei tassi sull'interbancario italiano sullo scavalco del semestre, ma l'abbondante livello di liquidità e l'orientamento espansivo della Bce circoscrive e contiene il movimento.

"Di fatto, le tensioni si limitano esclusivamente sulla scadenza che riguardano lo scavalco, mentre per il resto i tassi restano praticamente a zero", dice un operatore di una delle principali banche italiane.

Il livello di liquidità in eccesso nel sistema questa settimana, per effetto del maggior ricorso delle banche al finanziamento settimanale e alla riduzione dei fattori autonomi di fabbisogno del settimane, è salito di una quindicina di miliardi a 160 miliardi di euro.

Attorno alle ore 12,30 su General Collateral Italia l'overnight scambia in area 0,02%, il tom/next, a rientro sul il primo luglio, a 0,4950% e lo spot/next a 0,07%.

"Superato lo scoglio del semestre, i tassi si stabilizzerano a una manciata di centesimi sopra lo zero, sotto il riferimento che Francoforte a inizio giugno ha portato a 0,10%", prevede un secondo oepratore.

Intanto rallenta il flusso dei rimborsi della liquidità a lungo termine dalle banche alla Bce. La settimana prossima rientreranno 4,48 miliardi dopo i 12,618 miliardi rientrati questa settimana.

Con i dati odierni la cifra complessiva rientrata sul finanziamento del dicembre 2011 si tiene a oltre 368 miliardi di euro sui 489 collocati da Francoforte; quella relativa al p/t del febbraio 2012 si porta invece a circa 249 miliardi sui 529 assegnati. In totale il rimborso sale a poco più del 60% del totale.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia