PUNTO 1-Italia, S&P conferma rating BBB, outlook ancora negativo

venerdì 6 giugno 2014 19:06
 

(aggiunge dettagli da comunicato e commenti)

di Giulio Piovaccari

MILANO, 6 giugno (Reuters) - Standard & Poor's ha confermato a BBB il rating sovrano dell'Italia, con un outlook che rimane 'negativo'.

Lo ha annunciato l'agenzia di rating in una nota, in cui si legge che la decisione di lasciare immutato l'outlook "riflette la visione dei rischi sulle finanze pubbliche derivanti dalla basse prospettive di crescita reali e nominali".

"Le modeste prospettive di crescita riflettono i progressi solo incerti compiuti dai precedenti tre governi nel riformare il mercato del lavoro domestico e i mercati dei beni, che riteniamo meno flessibili di quelli dei principali partner commerciali dell'Italia" afferma la nota.

"Non c'è stato il miglioramento dell'outlook atteso da tanti" commenta Alberto Gallo di Rbs. "La ragione sta nel fatto che la crescita rimane debole, nel primo trimestre è stata negativa e il raggiungimento dello 0,8% previsto dal governo diventa molto difficile. Ci sono troppi lacci e lacciuoli burocratici e amministrativi che frenano la crescita".

"Con le nuove misure della Bce e l'abbassamento dello spread ci sono meno tensioni in Italia, ma il profilo del Paese soffre di alcune riforme che sono ancora da fare, di un meccanismo di trasmissione della politica monetaria sul credito che non va bene e del problema non ancora interamente risolto delle sofferenze" aggiunge Gallo.

Per spiegare le ragioni di un rating che rimane appena due gradini sopra la soglia del cosiddetto 'investment grade', S&P cita anche l'elevato peso del debito pubblico e un difetto del meccanismo di trasmissione della politica monetaria "che ha portato a condizioni creditizie più stringenti per il settore privato italiano".

  Continua...