PUNTO 2-Italia scampa bocciatura su rinvio pareggio ma Ue chiede nuova manovra

lunedì 2 giugno 2014 18:59
 

* Richiesto 'sforzo aggiuntivo' per 2014 valutabile in 9 mld

* Italia evita procedura per squilibri eccessivi

* Commissione uscente lascia tema rinvio pareggio a successori

* Per Tesoro Ue non ha tenuto conto di alcune misure già programmate (aggiunge dichiarazioni Padoan, nota Tesoro, commento economista)

BRUXELLES/MILANO, 2 giugno (Reuters) - L'Italia evita per un soffio la bocciatura formale della decisione di rinviare al 2016 il pareggio di bilancio strutturale e scampa anche la temuta procedura per squilibri economici eccessivi.

Ma la Commissione europea chiede comunque una nuova manovra quest'anno per garantire il rispetto della regola della riduzione del debito e di un calo adeguato del deficit strutturale.

E' questo il giudizio, in chiaro-scuro, contenuto nelle 'raccomandazioni', con cui Bruxelles certifica, paese per paese, i passi compiuti dai governi per mettere consolidare le proprie economie.

La replica del ministro dell'Economia Padoan, arriva via Twitter e segnala l'impegno del governo ad accelerare le riforme e le privatizzazioni in modo sostenibile e segnala come la Commissione Ue apprezzi le riforme italiane.

Segue a stretto giro una nota del Tesoro, che si dice fiducioso rispetto al raggiungimento degli obiettivi di bilancio senza ulteriori interventi, e imputa il diverso orientamento della Ue alla mancata considerazione di minori spese pianificate ancora non specificate, e agli introiti delle privatizzazioni.   Continua...