Calo Pil Italia non sorprende, servono scelte radicali - Delrio

giovedì 15 maggio 2014 16:36
 

ROMA, 15 maggio (Reuters) - Il governo di Matteo Renzi non è rimasto sorpreso dal deludente dato sul Pil del primo trimestre che conferma la necessità degli interventi radicali proposti in una situazione di prolungata difficoltà.

"Il dato non è affatto sorprendente e rappresenta il motivo per cui questo governo ha deciso di fare scelte radicali sul pagamento di tutti i debiti della Pubblica amministrazione, il taglio dell'Irpef di 80 euro, il taglio dell'Irap... E' esattamente perché sapeva che la crisi non è finita", ha detto il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Graziano Delrio.

In base a dati preliminari Istat diffusi oggi il Pil italiano ha registrato nei primi tre mesi dell'anno un calo dello 0,1% contro previsioni di crescita dello 0,2%. Su base annua il calo stato dello 0,5% contro una previsione di -0,1%.

(Francesca Piscioneri)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia