12 maggio 2014 / 16:09 / 3 anni fa

Banche, in arrivo norme per utilizzo in Bce credito a imprese in c/c-fonti

* Attese a giugno norme Bankitalia su utilizzo linee credito in c/c

* Norme tese a rendere stanziabile in Bce porzione attivo utilizzata

* Banche stanno valutando potenziali benefici

di Valentina Za e Francesca Landini

MILANO, 12 maggio (Reuters) - Banca d‘Italia è al lavoro su misure che consentirebbero alle banche di usare come collaterale per i finanziamenti della Banca centrale europea i prestiti alle imprese tramite aperture di credito in conto corrente.

Lo riferiscono alcune fonti finanziarie, sottolineando che a essere stanziabile sarà solo la porzione della linea di credito effettivamente utilizzata dall‘impresa.

L‘apertura di credito in conto corrente è una forma di finanziamento particolarmente diffusa in Italia e, al momento, rappresenta un attivo non stanziabile, nè cartolarizzabile.

“Se si riesce a rendere questi attivi utilizzabili come garanzia in Bce - o cartolarizzabili - allora li si rende liquidi, offrendo un aiuto alle banche minori e alle imprese piccole e medie che ne fanno largo uso,” sottolinea una fonte.

Stime non ufficiali indicano che questa tipologia di prestiti rappresentava lo scorso anno circa un quarto del totale dei finanziamenti bancari alle imprese liberi da vincoli, per un importo intorno a 180 miliardi di euro.

Si tratta di uno strumento estremamente flessibile, la banca può revocarlo quando lo ritenga opportuno, ma è privo di una scadenza predeterminata.

Questa flessibilità, e in particolare l‘assenza di durata fissa (oltre che di documentazione standard), ha reso finora impossibile l‘uso come collateral per i finanziamenti Bce.

“La soluzione più immediata, ossia l‘attribuzione di una scadenza a queste linee di credito, avrebbe un impatto diretto in termini patrimoniali e di liquidità,” osserva una fonte, riferendosi all‘appesantimento dei coefficienti di rischio.

Le nuove norme di Banca d‘Italia sono attese in giugno e i tecnici sono al lavoro per minimizzare eventuali effetti secondari non graditi.

Nessun commento ufficiale in proposito da Via Nazionale.

Un portavoce Bce conferma che Banca d‘Italia stia studiando modalità di ampliamento del cosiddetto ‘collateral pool’, l‘insieme degli attivi stanziabili, nell‘ambito delle regole dell‘Eurosistema che stabiliscono il funzionamento delle banche centrali nazionali della zona euro.

“La Bce e la commissione dell‘Eurosistema che si occupa di questo aspetto sono pienamente coinvolte,” dice il portavoce.

CAUTA APERTURA DA BANCHE

Circa due anni fa, all‘apice della crisi dell‘euro, la Bce ha dato facoltà alle banche centrali nazionali di accettare tipologie aggiuntive di prestiti bancari come collaterale, facendo ricadere sulle stesse il relativo rischio.

Sebbene gli istituti di credito italiano abbiano ampia disponibilità di attivi stanziabili in Bce non ancora utilizzati (334 miliardi di euro stando all‘ultimo Rapporto sulla Stabilità Finanziaria), la loro distribuzione tra gli intermediari non è uniforme e proprio le banche più piccole, quelle più attive nel credito alle piccole imprese, ne sono meno provviste.

Da parte degli istituti di credito ci sono caute aperture.

“Le banche stanno analizzando benefici e potenzialità di varie forme tecniche ma qualunque conclusione a questo stadio è prematura,” dice una fonte finanziaria.

Un‘altra strada per rifinanziare questi attivi sarebbe quella di cartolarizzarli. Si tratta di una possibilità che, indipendentemente dall‘iniziativa di Banca d‘Italia, alcuni operatori di mercato hanno esplorato, spiega un‘altra fonte.

La difficoltà però resta la medesima: l‘assenza di una scadenza predefinita e le conseguenze che un‘eventuale fissazione di durata avrebbe sui bilanci delle banche.

- ha collaborato da Francoforte Eva Taylor

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below