Autostrade, banche e Infrastrutture erogano 530 mln a Tangenziale Esterna Milano

venerdì 9 maggio 2014 12:59
 

MILANO, 9 maggio (Reuters) - Le banche e il ministero delle Infrastrutture hanno erogato un totale di 530 miloni di euro a Tangenziale Esterna Spa (TE).

La copertura degli investimenti - 2,2 miliardi di euro compresi oneri e Iva - necessari per completare i lavori, entro la primavera del 2015, ha così toccato quota 1,1 miliardi di euro, scrive in un comunicato TE.

Ieri, Cassa Depositi e Prestiti, Banca Europea per gli Investimenti e i nove istituti di credito commerciali coinvolti nel finanziamento di TEEM (Imi, Intesa Sanpaolo, UniCredit, Ubi, Mediobanca, Bpm, Credito Bergamasco, Popolare Emilia Romagna e Santander) hanno versato a TE la prima tranche di 460 milioni degli 1,2 miliardi di euro garantiti alla concessionaria all'atto della sigla, il 21 dicembre scorso, del closing del project-financing.

Il ministero delle Infrastrutture ha bonificato a TE i primi 70 dei 330 milioni assegnati (in quattro rate).

L'Arco TEEM, ossia i primi 7,5 chilometri dell'opera che consentiranno a BreBeMi di accedere al sistema viabilistico dell'area metropolitana, entrerà in esercizio ai primi di luglio.

In forza delle risorse appena acquisite, la concessionaria ha raggiunto il 50% di copertura delle provviste da impiegare nella realizzazione dell'intera tratta di TEEM (32 chilometri di tracciato autostradale, da Agrate Brianza a Melegnano, interconnessi con BreBeMi, A4 e A1, 38 di nuove strade provinciali e comunali e 30 di piste ciclabili).

Alla prima tranche dei finanziamenti complessivi ottenuti di 530 milioni di euro si aggiungono 580 milioni di euro (465 in equity e 115 derivanti dall'accensione di un prestito subordinato) assicurati dai soci (TEM 47,6%, Pizzarotti 10,1%, Sias 7,4%, Itinera 6,4%, Coopsette 4,1%, Unieco 4%, CMB 4%, Impregilo 3,7%, CMC 3,2%, Autostrade Lombarde 3,1%, Intesa Sanpaolo 2,5%, SATAP 1%, Pavimental 1%, CTE 0,4%, Serravalle 0,3% e Autostrade per l'Italia 0,2%).

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia