RPT-Fca, atteso piano ambizioso volumi, ma investitori guardano debito

lunedì 5 maggio 2014 08:12
 

(Reivia senza modifiche articolo pubblicato il 2 maggio)

di Stefano Rebaudo

MILANO, 5 maggio (Reuters) - Fiat-Chrysler (Fca) si prepara ad annunciare un piano ambizioso con un obiettivo a 6 milioni di auto o anche oltre, che scommette sullo sviluppo in Asia con Jeep e sul rilancio di Alfa Romeo, marchio da associare il più possibile a Maserati.

Per l'AD Sergio Marchionne, che in 10 anni ha risollevato Fiat e Chrysler e ha fuso i due gruppi, si apre una nuova fase: ritagliarsi uno spazio significativo in segmenti e aree dove arriva con grande ritardo rispetto ai concorrenti.

Saranno i numeri dei prossimi anni a dire se le previsioni del piano, che sarà presentato il 6 maggio, questa volta saranno confermate (i 6 milioni di veicoli a fine piano erano anche nei target annunciati nel 2010), ma é probabile che gli investitori nel breve guardino più alla strategia finanziaria.

"Il mercato si focalizzerà sulla necessità di rafforzamento del capitale dopo l'acquisizione di Chrysler", dice un analista.

E, nonostante le smentite dell'AD, c'è ancora chi pensa a un possibile aumento. "Considero positiva una decisione che dia maggiore flessibilità finanziaria, anche per i nuovi investimenti", aggiunge l'analista, ricordando la disponibilità della controllante Exor in questo senso.

Secondo un report di Isi, Fca, anche se ha il debito più elevato nel settore, "genera utili sufficienti" per coprire gli investimenti di cui ha bisogno.

Il gruppo ha un debito netto industriale di 6,6 miliardi e liquidità disponibile per 22,7 miliardi a fine 2013.   Continua...