Cdp, utile 2013 a 2,3 mld, margine di interesse -28%

mercoledì 16 aprile 2014 17:09
 

ROMA, 16 aprile (Reuters) - A fronte di un margine di interesse in calo del 28%, a 2,5 miliardi di euro, Cassa depositi e prestiti ha realizzato nel 2013 un utile di esercizio di 2,3 miliardi di euro, "con una riduzione più contenuta rispetto al margine di interesse grazie al contributo positivo dei dividendi da partecipazioni".

È quanto si legge in una nota della Cassa.

L'attivo è cresciuto a 314,7 miliardi di euro (+3%). La liquidità si attesta a 147 miliardi di euro (+6%). Cdp registra inoltre un aumento dei crediti verso la clientela e verso le banche del 3%, a quota 103 miliardi di euro, "nonostante un contesto negativo degli impieghi del sistema creditizio".

La raccolta postale ha raggiunto i 242 miliardi di euro (+4%). L'aumento dello stock è prevalentemente riconducibile al flusso positivo di raccolta netta Cdp registrato sui libretti (7,3 miliardi di euro).

La voce Partecipazioni e titoli azionari si attesta a circa 33 miliardi di euro, segnando un aumento del 7%, prevalentemente dovuto al completamento dell'aumento di capitale di 2,5 miliardi di euro in Fsi, in occasione dell'ingresso di Banca d'Italia nel capitale.

Il patrimonio netto supera i 18 miliardi di euro (+8%).

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia