Def, sindacati esprimono dubbi su coperture taglio Irpef

lunedì 14 aprile 2014 16:47
 

ROMA, 14 aprile (Reuters) - I sindacati esprimono dubbi sulle coperture che il governo ha annunciato per ridurre di 1.000 euro l'anno l'Irpef sui redditi fino a 15.000 euro.

Intervenendo alla Camera sul Documento di economia e finanza (Def), la Cgil lamenta l'assenza di "una svolta vera" nella politica economica del governo italiano.

"Le coperture si appoggiano solo sulla spending review, in merito alla quale siamo preoccupati", dice il segretario confederale, Danilo Barbi.

Venerdì 18 aprile il governo approverà il decreto legge per tagliare l'Irpef di 6,7 miliardi nel 2014 e di 10 dal 2015. La copertura di quest'anno poggia per 4,5 miliardi sui tagli alla spesa e per 2,2 miliardi da aumenti di entrate.

Anche la Cisl di Raffaele Bonanni si mostra scettica e sollecita l'esecutivo a "confermare la strutturalità" del beneficio fiscale.

"La spending review non poggia su una strategia chiara e rischia di tradursi in nuovi tagli lineari", dice Bonanni.

Luigi Angeletti, leader della Uil, usa toni più positivi verso il governo e dice che il Def "va nella direzione giusta".

"Non vogliamo nemmeno prendere in considerazione l'idea che sia solo uno spot elettorale", dice Angeletti.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia