Def non fa riferimento a blocco rinnovi contrattuali Pa - Tesoro

venerdì 11 aprile 2014 18:11
 

ROMA, 11 aprile (Reuters) - Il Documento di economia e finanza (Def) non contiene "ipotesi di blocco di contrattazione nel settore pubblico".

Lo scrive in una nota il ministero dell'Economia ricordando che le previsioni contenute nel Def sono a legislazione vigente e tengono di conseguenza conto "solo degli effetti economici conseguenti da leggi e norme già in vigore".

Nelle ultime 24 ore diversi organi di stampa hanno ventilato l'ipotesi del blocco della contrattazione fino al 2020 per il pubblico impiego sulla base di alcuni passaggi del Def.

"Non esistendo ancora la norma che provvede allo stanziamento delle risorse per il rinnovo dei trienni contrattuali 2015-2017 e 2018-2020, non è tecnicamente possibile considerare i corrispondenti importi nello scenario di previsione a legislazione vigente", spiega Via XX Settembre.

Del rinnovo dei contratti del pubblico impiego si tiene, invece, conto nella previsione 'a politiche invariate'.

"In tale previsione si utilizza l'ipotesi tecnica che i redditi da lavoro seguano l'andamento dell'inflazione prevista nel Def. Tale stima - come peraltro riportato nel testo del Def - ha valore meramente indicativo e non rappresenta, in alcun modo, un vincolo alla determinazione delle risorse né alle politiche retributive della Pubblica amministrazione", prosegue il ministero dell'Economia.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia