PUNTO 1-Italia conferma Fiscal compact ma no a vincoli lontani da cittadini-Renzi

venerdì 21 marzo 2014 18:04
 

* Renzi dice che non vuole conflitti con Ue ma neanche sudditanza

* Gigantesco piano di riforme entro il primo luglio

* Le regole sono conseguenze dell'Europa che si ha in testa (Aggiunge altre dichiarazioni, contesto)

di Giselda Vagnoni

BRUXELLES, 21 marzo (Reuters) - Metteo Renzi conferma l'impegno al rispetto delle regole europee sul bilancio ma dice che l'Italia in occasione della presidenza di turno dell'Ue vuole dare il suo contributo perché l'Europa "non si preoccupi di vincoli lontani" dalle esigenze dei suoi cittadini.

Ai richiami europei di conferma degli impegni su debito e deficit, il presidente del Consiglio risponde di non volere "un rapporto conflittuale, ma nemmeno supino".

Nella conferenza stampa al termine del Consiglio Ue a Renzi è stato chiesto se Roma, nel semestre di presidenza che inizierà il primo luglio, cercherà di rinegoziare le regole del cosiddetto Fiscal Compact, che prevedono in sostanza il pareggio di bilancio strutturale e una riduzione del debito/Pil di un ventesimo l'anno.

Quello sul Fiscal compact è un "impegno che il Paese ha preso e che confermiamo con tutti i paletti, compresa la congiuntura in cui si vive", ha risposto Renzi.

"Certo, le dico che il semestre che noi immaginiamo vede un'Europa che sia in grado di affrontare questioni vere che ogni giorno affrontano i cittadini a partire dalla disoccupazione. Un'Europa che si preoccupa di vincoli astratti, lontani dalla gente è un'Europa che sbaglia".   Continua...