March 21, 2014 / 1:14 PM / 3 years ago

PUNTO 1-Btp Italia, durata sale a 6 anni, offerta in 2 fasi - Tesoro

5 IN. DI LETTURA

* Tesoro allunga scadenza per aumentare vita media debito

* Cannata: "Questa volta non ci aspettiamo una valanga"

* Tesoro riproporrà garanzie bilaterali su titoli di Stato (accorpa pezzi, aggiunge dichiarazioni Cannata e contesto)

ROMA, 21 marzo (Reuters) - Il nuovo Btp Italia avrà una durata di 6 anni, anziché quattro come i titoli precedenti, e sarà collocato tra il 14 e il 17 aprile in due distinte fasi per investitori retail e istituzionali.

Lo ha annunciato il direttore generale del Tesoro per il debito pubblico, Maria Cannata, nel corso di un briefing con i giornalisti.

Sono diversi i fattori che hanno indotto il ministero dell'Economia ad allungare la scadenza del titolo indicizzato all'inflazione italiana (Foi senza i tabacchi).

"Da un lato diversi investitori ci hanno espresso gradimento per un leggero allungamento. Poi voi sapete benissimo che da parte nostra c'è la necessità di distribuire meglio le scadenze e allungare la vita media del debito. Il 4 anni non è ideale", spiega Maria Cannata.

"Dopodiché, se aggiungiamo l'abbassamento dei tassi, per rendere il titolo interessante c'è bisogno di allungare l'orizzonte di investimento. Altrimenti c'è meno attrattività".

Il Tesoro ha collocato l'ultimo Btp Italia a novembre e, nonostante la chiusura anticipata dopo un giorno e mezzo, ha raccolto 22,3 miliardi di euro, molto sopra il target ufficioso di 10 miliardi. La raccolta di tutte le cinque emissioni fatte tra il 2012 e il 2013 supera i 66 miliardi.

"L'operazione andrà bene ma questa volta non ci aspettiamo una valanga", dice il direttore generale.

Per la cedola reale del nuovo titolo un analista, interpolando i Btp a tasso fisso con le scadenze più vicine, stima un range del 2,0/2,2%, range indicativo dal momento che all'emissione mancano ancora più di tre settimane.

Cannata Punta Anche Su Retail Estero

I primi tre giorni di offerta, dal 14 al 16 aprile, saranno riservati ai risparmiatori individuali. Il Tesoro si riserva tuttavia la possibilità di chiudere il collocamento il secondo giorno per gestire meglio la domanda.

Il 17 aprile, salvo chiusura anticipata prima del termine naturale delle contrattazioni, è riservato agli investitori istituzionali.

"Nel caso la domanda del retail fosse molto alta, potremmo controllare la quota degli istituzionali chiudendo anticipatamente l'operazione con un preavviso di 30 minuti. Non c'è un tetto massimo".

Nulla cambia per il premio di fedeltà, che è limitato a chi partecipa alla prima fase della distribuzione e mantiene il titolo fino alla scadenza.

L'altra novità è un meccanismo che dovrebbe intercettare meglio la domanda di tutti i possibili investitori individuali.

Finora, infatti, l'accesso del retail all'offerta era basato sul criterio del codice fiscale. Ora la platea è più ampia e coinvolge le società di gestione e le fiduciarie che amministrano patrimoni su base individuale.

"Sono i casi in cui il percettore è una persona fisica ma, siccome opera ad esempio con una sgr, [negli ultimi collocamenti] è rimasto fuori", spiega la dirigente del Tesoro.

"Poi ci sono alcuni investitori individuali esperti che [in base alla direttiva Mifid] si fanno trattare da istituzionali. Se chiedono di essere considerati come investitori individuali, possono partecipare alla prima fase".

Maria Cannata ritiene così di poter "cogliere tutto il retail, anche quello estero".

Tesoro Ha Raccolto 120 Mld Sui Quasi 450 Mld Del 2014

Il nuovo Btp Italia non preclude al Tesoro la strada di un titolo indicizzato all'inflazione domestica in grado di rispondere meglio alle esigenze del comparto istituzionale.

"È una facoltà che ci teniamo aperta ma non la vedo come immediata", dice Maria Cannata.

Confermato il proposito di introdurre le garanzie bilaterali sui derivati a copertura delle variazioni di tasso o di cambio, lo standard di mercato che dovrebbe rendere più facile per l'Italia tornare a emettere in valute diverse dall'euro.

"Stiamo cercando il momento giusto per proporre il veicolo legislativo. Dovranno essere introdotte nuove norme sulla gestione della liquidità legate anche ad alcune decisioni della Bce. Vogliamo mettere tutto insieme" ha spiegato.

Finora il ministero dell'Economia ha raccolto 120 miliardi, il 27% delle emissioni lorde programmate nel 2014, pari a poco meno di 450 miliardi.

Il target tuttavia è destinato ad aumentare se il governo vuole far fronte all'impegno di sbloccare 90-91 miliardi di debiti commerciali entro il 21 settembre.

"È scontato", dice Maria Cannata.

(Giuseppe Fonte)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below