Monetario,rientro Ltro ancora sopra attese,regolare chiusura periodo

venerdì 14 marzo 2014 12:55
 

MILANO, 14 marzo (Reuters) - Si chiude una settimana tranquilla sull'interbancario, con una prosecuzione della tendenza alla riduzione della liquidità in eccesso in occasione della conclusione del periodo di riserva obbligatoria. L'ultimo periodo di mantenimento si è chiuso martedì scorso, l'11 marzo, con riserve in eccesso che gli operatori di tesoreria registrano in calo. È tornato inoltre a superare le cifre indicate dai sondaggi il rimborso di fondi Ltro da parte degli istituti della zona euro.

"Il periodo di mantenimento che si è chiuso in gennaio registrava un eccesso di liquidità a 144 miliardi di euro, quello concluso a febbraio aveva 112 miliardi, quello concluso questa settimana registrava invece un eccesso di liquidità a 98 miliardi di euro" dice un tesoriere.

"Questo è certamente legato ai rimborsi settimanali sul p/t triennale della Bce" precisa.

La Bce ha annunciato oggi che la prossima settimana verranno restituiti alla Bce fondi per 10,1 miliardi contro attese per 4 miliardi. Questa settimana i fondi in rientro si sono attestati a ben 11,4 miliardi; anche il relativo annuncio venerdì scorso aveva sorpreso i mercati.

"È un trend che non mi soprende. La curva dei tassi è 'flat' o in lieve flessione. Chi non vuole tenere fondi a lungo termine li rimborsa per poi accedere al breve con i 'full allotment'" dice un'altra tesoriera. "Draghi ha dato un indirizzo importante: una politica monetaria probabilmente invariata".

"Mi aspetto che, a parità di condizioni, questa tendenza si confermi, ad eccezione di periodi particolari come la chiusura del trimestre", dice l'operatrice di tesoreria.

Attorno alle 12,45 su General Collateral Italia l'overnight passa di mano allo 0,10%, il tom/next allo 0,14%, lo spot/next allo 0,155% con tassi che, rispetto alla scorsa settimana, mostrano una lieve flessione.

Nel p/t settimanale di martedì scorso la Bce ha collocato fondi per circa 93 miliardi di euro, in lieve ampliamento rispetto agli 87 in rientro mentre, nell'operazione settimanale di drenaggio, Francoforte ha raccolto l'intera cifra target di 175,5 miliardi.

Nel corso dell'ultima settimana l'Euribor trimestrale è oscillato tra lo 0,307% di lunedì e lo 0,303% di oggi, mentre la media Eonia si è mantenuta in area 0,17%.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia