10 marzo 2014 / 10:59 / 4 anni fa

PUNTO 1-Banche, frena trend crescita ma sofferenze salgono a 160 mld

(aggiunge dettagli e contesto)

MILANO, 10 marzo (Reuters) - Registra una lieve frenata a gennaio il trend di crescita delle sofferenze delle banche italiane, elemento che si accompagna a una tenue riduzione del ritmo di contrazione dei prestiti al settore privato.

E’ quanto emerge dall‘ultimo documento sulle ‘principali voci dei bilanci bancari’ pubblicato questa mattina da Bankitalia.

Secondo i dati diffusi stamane da Via Nazionale, nel primo mese del 2014 il tasso di crescita delle sofferenze è risultato pari al 24,5% annuo in leggero ribasso dal +24,7% di dicembre.

In termini assoluti, le sofferenze a gennaio sono salite a 160,4 miliardi di euro, contro i 155,9 miliardi del mese precedente.

Secondo l‘Abi, l‘Associazione delle banche italiane, le sofferenze dovrebbero continuare ad aumentare superando quota 190 miliardi di euro nel 2015, anche se l‘economia sta lentamente tornando a crescere.

Il tema delle sofferenze sta diventando centrale con l‘avvio della vasto esame dei bilanci bancari da parte della Banca centrale europea, tanto che la stessa Banca d‘Italia ha suggerito la messa a punto di una ‘bad bank’, concedendo garanzie pubbliche agli istituti che si mettono insieme per risolvere il problema.

PRESTITI A SETTORE PRIVATO FRENANO DISCESA

Restano in discesa, sebbene il ritmo di caduta si riduca leggermente, i prestiti bancari al settore privato, con un -3,5% annuo dopo -3,7% del mese precedente.

Nel dettaglio i prestiti alle imprese (non finanziarie) hanno visto una contrazione del 5% (dopo il -5,2% di dicembre) mentre il ritmo di contrazione dei finanziamenti alle famiglie è rimasto stabile a -1,3%.

Su fronte dei tassi d‘interesse, lieve rialzo per quelli sui nuovi prestiti alle società non finanziarie di importo fino a 1 milione di euro, che salgono al 4,40% dal 4,36% nel mese precedente).

Il costo dei finanziamenti di importo superiore al milione registra una piccola flessione, al 2,80% dal 2,82% di dicembre.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below