Btp ancora in rally, spread sotto 180 pb, forti flussi da estero

mercoledì 5 marzo 2014 12:20
 

MILANO, 5 marzo (Reuters) - Continua il trend positivo
dell'obbligazionario italiano, che spinge lo spread di
rendimento sul Bund decennale sotto quota 180 punti base per la
prima volta dalla metà del 2011.
    A supportare il rally contribuiscono una serie di fattori,
in primo luogo il miglioramento delle prospettive di crescita,
prospettiva messa in evidenza dagli indici sull'attività del
settore dei servizi, tornata a crescere al massimo da tre anni. 
    A favore giocano l'impegno della Bce a mantenere un
orientamento accomodante per un ampio lasso di tempo, in un
quadro di bassa inflazione, e il riversamento verso la periferia
dell'euro dei flussi degli investitori a caccia di rendimento,
in uscita dai Paesi emergenti, alle prese con una serie di
tensioni.
    "E' una dinamica positiva che sembra autoalimentarsi,
l'impressione è che ci sia qualcuno, soprattutto stranieri, che
ha paura di rimanere fuori", dice un dealer di una banca
italiana specialista.
    Praticamente l'opposto di quanto avvenuto nell'estate 2011,
quando gli investitori presero a scaricare pesantemente le
obbligazioni italiane. 
    "Ci sono alcuni fondi istituzionali esteri, americani ed
europei che investono nel medio e lungo termine e stanno
rientrando, dopo essersi persi il rally dell'anno scorso",
spiega Alessandro Giansanti, strategist di Ing.
    "I rischi associati alla periferia si sono notevolmente
ridotti, e anche le agenzie di rating ne stanno prendendo atto:
quqlcuno sta cominciando a prezzare un miglioramento del rating
italiano", prosegue Giansanti.
    Il mese scorso Moody's, che ha migliorato il rating spagnolo
di un notch a Baa2, lo stesso livello dell'Italia, ha portato a
stabile da negativo l'outlook sul merito di credito di Roma. La
prossimo agenzia a pronunciarsi sul rating italiano sarà Dbrs,
ad aprile. 
    Nel corso della mattinata lo spread tra Btp e Bund decennali
si è stretto fino a 176 punti base, minimo dal 14 giugno 2011, e
poco dopo le 122 viaggia a quota 178 punti base dai 183 del
finale di seduta di ieri.
    Il rendimento del decennale italiano è sceso
fino a 3,385%, nuovo minimo da settembre 2005, e a metà seduta
viaggia in area 3,392%, un soffio sotto l'analoga
scadenza spagnola. 
    
 =========================== 12,07 =============================
FUTURES BUND MARZO          144,58   (-0,18) 
FUTURES BTP MARZO           120,89   (+0,25) 
BTP 2 ANNI (NOV 15)     103,788  (+0,031)  0,678%
BTP 10 ANNI (MAR 24)   109,566  (+0,232)  3,391%
BTP 30 ANNI (SET 44)   107,183  (+0,400)  4,371% 
========================= SPREAD (PB) ========================= 
                                                ULTIMA CHIUSURA 
TREASURY/BUND 10 ANNI  108           105 
BTP/BUND 2 ANNI           56            63        
BTP/BUND 10 ANNI       178           182 
  livelli minimo/massimo            175,8-181,6  184,6-188,4   
BTP/BUND 30 ANNI       190           198
SPREAD BTP 10/2 ANNI                   271,3         270,8  
SPREAD BTP 30/10 ANNI                   98,0          96,8
===============================================================
    
 
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia