PUNTO 1-Tasi, esentati solo 25 immobili della Chiesa - Chigi

venerdì 28 febbraio 2014 18:54
 

(Riscrive con dettagli)

ROMA, 28 febbraio (Reuters) - Dalla Tasi, il nuovo tributo sui servizi indivisibili, saranno esentati "soltanto i fabbricati della Chiesa indicati nei Patti Lateranensi", circa 25 immobili destinati al culto e situati a Roma o nei pressi.

Lo prevede il decreto legge sugli enti locali, secondo quanto spiega la presidenza del Consiglio in un comunicato diffuso nel pomeriggio, alcune ore dopo la conclusione del Consiglio dei ministri.

Il provvedimento chiarisce inoltre che i "terreni agricoli sono esclusi dal pagamento della Tasi".

Nell'allegato ai Patti Lateranensi - firmati nel febbraio 1929 da governo italiano e Santa sede - sono compresi "immobili con privilegio di extraterritorialità e con esenzione da espropriazioni e da tributi", tra cui il palazzo Apostolico Lateranense e la Scala Santa, la basilica di Santa Maria Maggiore con gli edifici annessi, il palazzo pontificio di Castel Gandolfo, l'Università Gregoriana e alcuni collegi.

La questione della contestata esenzione dalla vecchia Ici (imposta comunale sugli immobili) per gli immobili del Vaticano era stata al centro di un'indagine della Commissione europea tra il 2010 e il 2012.

Alla fine Bruxelles ha stabilito che erano incompatibili "con le norme dell'UE in materia di aiuti di Stato le esenzioni concesse agli enti non commerciali per fini specifici", perché "tali esenzioni conferivano ai beneficiari un vantaggio selettivo relativamente alle attività commerciali svolte, essendo tali attività in concorrenza con i servizi forniti da altri operatori commerciali".

Successivamente, con l'introduzione dell'Imu nel 2012, le esenzioni hanno riguardato soltanto gli immobili nei quali si svolge in modo esclusivo un'attività non commerciale.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia