PUNTO 1-Italia, Moody's vede miglioramento fiscale enti territoriali in 2014

giovedì 27 febbraio 2014 16:21
 

(Aggiunge dettagli)

MILANO, 27 febbraio (Reuters) - Il 2014 dovrebbe vedere un miglioramento della performance fiscale degli enti territoriali italiani, grazie ad una riduzione delle pressioni sul debito sovrano del paese e alla diminuzione dei deficit sanitari regionali.

È quanto prevede l'agenzia di rating Moody's in un report dedicato alle prospettive di regioni e comuni italiani nell'anno in corso.

"Col miglioramento delle condizioni economiche e fiscali, non vediamo grossi tagli alle risorse statali per gli enti territoriali dovuti all'austerità" spiega Moody's che ricorda come il consolidamento fiscale condotto a livello nazionale negli ultimi anni abbia prodotto una forte riduzione dei trasferimenti.

"L'aumento della flessibilità nella raccolta fiscale e i perduranti sforzi di risanamento dovrebbero aiutare gli enti territoriali nella rigida gestione dei loro bilanci, dominati dalla spesa sanitaria per le regioni e da quella per i servizi pubblici fondamentali per i comuni" prosegue Moody's.

Per quel che riguarda in particolare la spesa sanitaria delle regioni, l'agenzia sottolinea come negli ultimi anni il deficit aggregato del settore sia diminuito in maniera sensibile grazie alle politiche di risanamento imposte dal governo centrale.

"Considerato il contesto stabile di finanziamento a livello nazionale, la continuazione degli sforzi delle regioni per tagliare i costi dovrebbe portare ad una ulteriore riduzione dei deficit sanitari" spiega Moody's.

L'agenzia nota poi che, per quanto rimangano ancora alti, nel 2013 c'è stata una riduzione marcata dei ritardi nei pagamenti e dei debiti degli enti territoriali verso i fornitori nel settore sanitario, grazie all'utilizzo dei crediti appositi forniti dal governo centrale.

"Ci aspettiamo che questo trend continui nel 2014" scrive Moody's.   Continua...