Btp positivi in attesa nuovo Btp 10 anni dopo ottima asta Bot

mercoledì 26 febbraio 2014 17:31
 

MILANO, 26 febbraio (Reuters) - Il secondario italiano
chiude col segno più una seduta impegnativa dal punto di vista
dei nuovi collocamenti e che cade proprio nel cuore della
tornata d'aste di fine mese. Lo spread con la Germania torna
leggermente ad allargarsi sul rimontare dell'allarme ucraino,
sebbene in generale tutti i titoli di Stato europei abbiano
tratto sostegno dalle tensioni. 
    "Il mercato mantiene un'impostazione 'bullish', anche in
vista delle aste di domani" dice un trader. "L'allarme relativo
alla situazione ucraina ha favorito tutti i mercati dei bond
europei, anche se in particolar modo i 'core', quindi lo spread
Italia/Germania punta un po' più in alto rispetto ai livelli
minimi di seduta". 
    Di oggi la notizia che il presidente russo, Vladimir Putin,
ha ordinato un'esercitazione urgente per testare la prontezza
delle forze armate in tutta la Russia occidentale, in una fase
di tensione con l'Occidente sugli ultimi eventi in Ucraina
.
    
    ATTESA NUOVO DECENNALE IN ASTA DOMANI DOPO BUONA ASTA BOT 
    Dominano la scena ancora i collocamenti di domani, in
particolare quello del nuovo Btp decennale settembre 2024 che
sarà offerto per un ammontare fra i 3,5 e i 4 miliardi di euro.
    "L'appetito di carta italiana continua, prevediamo una buona
domanda sia sul 5 che sul 10 anni" dice il trader.
    L'offerta complessiva all'asta di domani sarà compresa tra 7
e 9 miliardi, distribuita fra il nuovo 10 anni, il 5 anni e due
Ccteu.  
    Poco prima della chiusura il nuovo decennale, con cedola
3,75%, dà sul grey market un'indicazione di rendimento a 3,595%.
    L'asta Bot di oggi, come da attese, ha avuto un ottimo
risultato per il Tesoro, registrando un rendimento a nuovi
minimi dall'introduzione dell'euro, come avvenuto ieri con
l'asta del Ctz. Il Tesoro ha stamane collocato 8,5 miliardi di
titoli a 6 mesi, a fronte di scadenze per 9,8 miliardi. Il
rendimento in asta è risultato pari a 0,455%, il minimo storico,
dallo 0,590% registrato a gennaio. Il 'supply
netto' negativo ha quindi favorito il titolo in asta, sebbene
l'appetibilità della carta italiana, specie quella a brevissimo,
non risulta intaccata neppure dal calo dei rendimenti. 
    Ottima anche la partecipazione degli specialist alle
riaperture a loro riservate delle aste di ieri, in particolare
riguardo al Ctz, anche in questo caso malgrado il basso
rendimento. 

   
=========================== 17,30 =============================
FUTURES BUND MARZO          144,49   (+0,52) 
FUTURES BTP MARZO           119,69   (+0,38) 
BTP 2 ANNI (NOV 15)     103,660  (+0,004)  0,780%
BTP 10 ANNI (MAR 24)   108,307  (+0,427)  3,538%
BTP 30 ANNI (SET 44)   104,833  (+0,551)  4,507% 
========================= SPREAD (PB) ========================= 
                                                ULTIMA CHIUSURA 
TREASURY/BUND 10 ANNI  109           106 
BTP/BUND 2 ANNI           69            69        
BTP/BUND 10 ANNI       193           194 
  livelli minimo/massimo            190,6-194,5  192,3-196,9   
BTP/BUND 30 ANNI       204           202
SPREAD BTP 10/2 ANNI                   275,8         279,7  
SPREAD BTP 30/10 ANNI                   96,9          95,0
===============================================================
    
    
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. 
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia