Intesa esclude necessità garanzie statali per suoi piani su bad loans

mercoledì 26 febbraio 2014 13:57
 

MILANO, 26 febbraio (Reuters) - Intesa Sanpaolo non ha bisogno di garanzie statali per portare avanti progetti sui crediti deteriorati.

Lo ha detto il Ceo Carlo Messina a margine di un evento a Milano.

"Per Intesa Sanpaolo escludo totalmente che ci possa essere la necessità di garanzie statali di alcun tipo, non ne abbiamo bisogno, non c'è niente sul tavolo", ha dichiarato Messina.

Il banchiere non si esprime invece sul fatto che un sistema di garanzie statali possa rappresentare una soluzione di successo per il sistema bancario italiano.

Alla domanda se Intesa sta pensando a una bad bank interna, Messina ha rimandato al piano industriale del 28 marzo in cui ci sarà "una presentazione analitica su tutti questi temi".

"Gestire una business unit di crediti deteriorati è un asse portante di qualsiasi piano che qualsiasi banca presenterà nei prossimi mesi" ha aggiunto.

(Gianluca Semeraro)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia