PUNTO 1-Italia, Ue fiduciosa nuovo governo non sforerà 3% - Rehn

lunedì 17 febbraio 2014 18:56
 

(Aggiunge dettagli, riscrive titolo e lead)

BRUXELLES, 17 febbraio (Reuters) - Il commissario Ue agli Affari economici e monetari Olli Rehn si dichiara fiducioso che il nuovo governo italiano, che Matteo Renzi si prepara a presentare, prosegua sul sentiero delle riforme in materia di competitività, consolidamento dei conti pubblici e riduzione del debito, senza sforare il tetto del 3%.

Lo dice alla stampa in occasione della riunione informale dell'Eurogruppo, precisando che in serata avrà un incontro bilaterale con il ministro dell'Economia del governo Letta Fabrizio Saccomanni.

"Sono fiducioso che le autorità italiane favoriscano la formazione di un nuovo governo e sono fiducioso che il nuovo governo punterà ad affrontare i problemi della competitività economica e dell'elevato debito pubblico", dichiara.

"Credo che il governo continuerà sulla strada delle riforme economiche e manterrà i conti pubblici sotto controllo come prevedono i trattati" aggiunge, rispondendo ai giornalisti che chiedono un commento sul rispetto del parametro Ue di 3% per il deficit/Pil.

A margine dell'Eurogruppo appena concluso a Bruxelles, il commissario vedrà questa sera Saccomanni per discutere, dice Rehn, di 'spending review'.

In tarda mattinata, sempre da Bruxelles, il portavoce del commissario precisava comunque che la Ue non ha ricevuto dal governo uscente italiano alcuna informativa sulla cosiddetta 'clausola investimenti', scorporo delle spese che darebbe a Roma un leggero margine di manovra sul deficit 2014..

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia