14 gennaio 2014 / 16:38 / 4 anni fa

Aeroporti, Corporacion America guarda a Pisa, intreccio con Firenze - fonti

MILANO, 14 gennaio (Reuters) - Il gruppo italo-argentino Corporacion America è interessato agli aeroporti toscani.

E' quanto dice a Reuters una fonte vicina alla situazione, confermando le indiscrezioni riportate da un quotidiano.

"L'interesse è reale", spiega la fonte, aggiungendo che "le trattative sono in fase più avanzata su Pisa".

Lo scalo 'Galileo Galilei' fa capo a Sat.

Da tempo, la Regione Toscana, guidata da Enrico Rossi, lavora per dare vita a una holding in cui confluiscano le partecipazioni pubbliche in Sat e in Aeroporto di Firenze (AdF) , con l'idea di coordinare le due società e, in prospettiva, fonderle.

Allo scopo, la Regione ha nominato un advisor, Kpmg, che sta lavorando a uno studio sulla fattibilità della holding.

Lo studio sarà pronto verso la metà di febbraio.

IL RUOLO DEI PRIVATI

Corporacion America, secondo la fonte, al momento punta all'acquisizione delle quote dei soci privati. E su Pisa il percorso sarebbe ben avviato.

L'attuale azionariato di Sat, stando al sito Consob, vede Maria Lami (15,314% del capitale) come primo socio privato, seguita da Savimag Srl e Fada Spa con il 4,039% a testa. Ci sono, poi, due azionisti privati 'particolari', ovvero Banca Monte dei Paschi di Siena (3,965%) e AdF (2,001%).

La Fondazione Pisa, fondazione di origine bancaria, controlla l'8,623%.

Per quanto riguarda i soci pubblici di Sat, la Regione Toscana ha in mano il 16,899% del capitale, la Provincia di Pisa il 9,269%, il Comune di Pisa l'8,45% e la Provincia di Livorno il 2,367%.

In sostanza, Corporacion America potrebbe rilevare dai privati meno del 30% del capitale. Oppure, comprando anche quote sul mercato, salire oltre la soglia che obbliga al lancio dell'Opa.

L'azionariato di AdF vede F2i, attraverso Aeroporti Holding Srl, al 33,402% del capitale. La partecipazione nello scalo fiorentino, per il fondo guidato da Vito Gamberale, è un'eredità dell'acquisizione della maggioranza di Sagat, la società che controlla l'aeroporto di Torino.

AdF, però, secondo quanto riferisce una fonte vicina alla situazione, non è una priorità nei piani di sviluppo nel settore aeroportuale di F2i.

Il fondo di Gamberale, peraltro, tramite Sea, con Corporacion America ha un contenzioso aperto su Ali Trasporti Aerei (Ata).

Su questo fronte, riferisce una delle fonti, il gruppo argentino guidato da Eduardo Eurnekian ha fatto ricorso all'Antitrust per denunciare un presunto abuso di posizione dominante da parte di Sea.

LA CHIAVE DELLA NUOVA PISTA A FIRENZE

Tornando agli scali, la Regione Toscana ha in mano il 5,002% del capitale di AdF. Gli altri soci sono Ente Cassa di Risparmio di Firenze (17,5%), Camera di Commercio di Firenze (15,456%), SO.G.Im. (Panerai, 11,7%), Camera di Commercio di Prato (5,113%) e Comune di Firenze (2,184%). Da notare che l'Ente Cassa di Risparmio di Firenze non è legato da un patto di sindacato con gli altri soci pubblici, diversamente avrebbe dovuto lanciare un'Opa.

Il Cda di AdF si riunirà il prossimo 23 gennaio per approvare il nuovo master plan dello scalo 'Amerigo Vespucci', che ha come cardine la nuova pista, in cima alla lista delle priorità di Rossi. La pista, inoltre, una volta espletato l'iter autorizzativo, comporterà un ridisegno complessivo dello scalo toscano. E, insieme a massicci investimenti, consentirà di ridefinire il valore degli asset di AdF.

La partita, come accade per tutto il riassetto del sistema aeroportuale italiano, è molto politica. Sat e AdF, però, sono società quotate e un'eventuale Opa spariglierebbe le carte, costringendo gli enti pubblici, alle prese con le ristrettezze di bilancio dovute ai tagli dei fondi governativi, a fare i conti con il mercato.

A Piazza Affari, intanto, i titoli - che sono saliti parecchio nel 2013 e che pagano dazio al flottante limitato - sono poco mossi: attorno alle 17,30, Sat perde l'1,46%, a 10,79 euro, mentre AdF guadagna l'1,15%, a 10,6 euro.

Nessuno commento alle indiscrezioni da parte di tutti i soggetti coinvolti.

(Massimo Gaia)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below