Bankitalia, rivalutazione quote non può violare Ias - Bce

lunedì 30 dicembre 2013 13:56
 

ROMA, 30 dicembre (Reuters) - La rivalutazione delle quote di Bankitalia non deve violare i principi contabili Ias.

Lo dice la Banca centrale europea nel parere legale sul decreto legge che aumenta il valore delle quote a 7,5 miliardi.

"È importante che la ricapitalizzazione risulti sempre pienamente conforme al quadro prudenziale e al sistema contabile dell'Unione e, in particolare, che le regole sulla riclassificazione degli strumenti finanziari di cui agli IAS e IFRS non siano violate. Inoltre, dovrebbe essere assicurata una coerente applicazione dei principi guida dettati dagli IFRS in materia di stima del valore equo", si legge nel parere.

Secondo una fonte vicina al dossier, per effetto del parere le quote non potranno essere incluse prima del 2015 nel patrimonio di migliore qualità - il common equity tier1 (Cet1) - se sono classificate tra le attività detenute per la vendita.

Le partecipazioni rafforzeranno già dal 2014 il Cet1 sono se sono iscritte tra le attività disponibili per la negoziazione (Hft).

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia