Lucchini, pubblicati bandi per Piombino e altri asset, scadenza 20/1

lunedì 23 dicembre 2013 16:51
 

MILANO, 23 dicembre (Reuters) - Lucchini, il gruppo siderurgico in amministrazione straordinaria, ha pubblicato sul sito i bandi di gara riguardanti gli asset messi in vendita.

I bandi sono tre. Il primo, il più importante, riguarda il complesso aziendale di Piombino, lo stabilimento di Lecco e Lucchini Servizi (contratti di manutenzione).

Il commissario straordinario Piero Nardi punta a vendere tutti i complessi aziendali così come sono. In subordine, verranno valutate le manifestazioni riguardanti il complesso aziendale di Piombino "con la sola eccezione dell'altoforno, della cokeria e dei relativi impianti, macchinari e attrezzature, il complesso aziendale di Lecco e il complesso aziendale Lucchini Servizi, ma con l'impegno dell'offerente a realizzare nel sito di Piombino un impianto di produzione ghisa (o pre-ridotto) e un forno elettrico con capacità produttive in linea con il mercato attualmente servito da Lucchini e da Lucchini Servizi (cosiddetta ipotesi 'riconversione in acciaieria elettrica con impianto di produzione ghisa')". In ulteriore subordine verrà valutata la riconversione in acciaieria elettrica di tutta Piombino.

Nardi considererà, in subordine, anche manifestazioni d'interesse per singoli asset.

Le varie opzioni, secondo le proiezioni dei sindacati formulate nei mesi scorsi, comportano differenti livelli occupazionali.

Il bando durerà fino alle 24 del 20 gennaio 2014.

Gli altri due bandi riguardano Gsi Lucchini, attiva nella produzione di sfere forgiate di macinazione per l'attività mineraria, e Vertek, verticalizzazione di barre e vergella con lavorazioni a freddo.

La scadenza dei bandi è la stessa, ore 24 del 20 gennaio prossimo.

Dalle gare resta fuori il ramo d'azienda Lucchini Trieste e Servola, per cui è in corsa Arvedi.   Continua...