Decreto "salva-Roma" supera fiducia a Camera

lunedì 23 dicembre 2013 16:00
 

ROMA, 23 dicembre (Reuters) - Il governo ha ottenuto oggi la fiducia della Camera dei deputati sul testo modificato del decreto legge che contiene diversi interventi sulle finanze degli enti locali, a cominciare dalla gestione del debito di Roma capitale.

I sì sono stati 340, i no 155. Il provvedimento deve tornare ora al Senato per il via libera definitivo alla conversione in legge.

L'appellativo di "salva Roma" discende dal fatto che il decreto consente al comune guidato da Ignazio Marino di scaricare circa 400 milioni di euro di passivo sulla gestione commissariale. Ma il provvedimento eroga finanziamenti anche a diversi enti locali per le esigenze più varie.

Un motivo di forte polemica politica attorno al decreto è stata la norma, introdotta al Senato, che prevedeva minori finanziamenti per le Regioni e gli enti locali che avessero ridotto il numero delle slot machine, causando minori entrate per lo Stato.

Definita ancora oggi dal premier Enrico Letta "un errore", e prima di lui dal neo-segretario del Pd Matteo Renzi "una porcata", questa norma è stata cancellata alla Camera.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia