Portogallo promette nuove misure su deficit dopo bocciatura Corte

venerdì 20 dicembre 2013 16:52
 

LISBONA, 20 dicembre (Reuters) - Il governo portoghese si è impegnato a trovare misure alternative per la riduzione del deficit, dopo che ieri la Corte costituzionale del paese si è espressa nuovamente contro alcuni dei provvedimenti di austerity decisi da Lisbona.

In particolare la Corte ha bocciato un provvedimento di riduzione delle pensioni del settore pubblico, di fatto cancellando circa 380 milioni di euro di risparmi previsti dall'esecutivo.

Il governo ha ripetuto che non è allo studio alcun piano B per contrastare le decisioni sfavorevoli della Corte, ma il premier Perdo Passos Coelho ha promesso oggi che il governo troverà alternative per garantire il rispetto dell'impegno a tagliare il disavanzo pubblico al 4% nel 2014, dal 5,5 di quest'anno.

"Il governo studierà ora la nuova situazione, sulla base di un'attenta lettura di questa decisione per poter presentare un altro provvedimento che ci permetta di centrare gli obiettivi che abbiamo dichiarato" ha affermato Passos Coelho da Bruxelles. "È nostra profonda convinzione che il finanziamento esterno e la sostenibilità della spesa pubblica saranno assicurate esclusivamente da misure come questa".

L'uscita del Portogallo dal programma di bailout internazionale è prevista per metà 2014.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia