Web tax, in primavera coordinamento con norme Ue - Letta

venerdì 20 dicembre 2013 14:02
 

BRUXELLES, 20 dicembre (Reuters) - Entro la prossima primavera la nuova web tax italiana sarà coordinata con le norme comunitarie.

Lo ha detto il presidente del Consiglio, Enrico Letta, annunciando che l'Italia è riuscita a far confluire, nel comunicato finale del Consiglio europeo, un riferimento alla necessità di coordinare la tassazione di colossi del web.

"Questo intervento fiscale ha bisogno di un coordinamento con le norme Ue che, 'as soon as possible', in primavera, ci consentirà di sciogliere il nodo tra la nostra norma e il quadro comunitario", ha detto Letta.

La manovra obbliga chi vuole acquistare "servizi di pubblicità e link sponsorizzati on line" a rivolgersi a "soggetti titolari di partita Iva rilasciata dall'amministrazione finanziaria italiana".

Il commissario europeo sulle materie fiscali, Algirdas Semeta, ha espresso "seri dubbi" dicendo che la web tax viola "le libertà fondamentali e i principi di non discriminazione stabiliti dai Trattati".

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia