Grecia,banca centrale riduce stima calo Pil 2013, vede ripresa in 2014

martedì 17 dicembre 2013 10:41
 

ATENE, 17 dicembre (Reuters) - Nel 2014 l'economia greca riemergerà da una recessione lunga sei anni. E' quanto afferma la banca centrale greca, che ha ridotto il calo del Pil previsto per quest'anno a -4% da -4,6% della stima precedente.

Banca di Grecia prevede che il Paese raggiunga un avanzo primario quest'anno, al netto dei costi per il servizio del debito, e un surplus nella bilancia delle partite correnti, legato da un lato alla discesa delle importazioni, dall'altro ai forti flussi turistici.

Secondo l'istituto centrale, la polarizzazione del clima politico rappresenta un rischio per le prospettive di ripresa economica. Da qui l'invito alla classe politica a lavorare per per costruire una base comune per uscire dalla crisi.

"I segnali che l'economia ha intrapreso la strada della stabilizzazione si sono rafforzati e ci sono le basi per ritenere che il prossimo anno la recessione finirà e l'economia inizierà a riprendersi", scrive Banca di Grecia nel report provvisiorio di politica monetaria.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia