PUNTO 1-Banche Europa, cresce esposizione a bond governativi - Eba

lunedì 16 dicembre 2013 19:58
 

(aggiunge dettagli, link a comunicati banche italiane su esercizo strasparenza Eba)

LONDRA, 16 dicembre (Reuters) - L'esposizione netta delle principali banche europee nei confronti dei bond sovrani emessi dai rispettivi paesi è cresciuta del 9,3% nel periodo gennaio 2012-giugno 2013 dopo che nel 2011 era scesa del 9%.

E' quanto rileva l'Eba raccogliendo i dati del campione di 64 banche europee in vista degli stress test del 2014 una volta completata la revisione della qualità degli attivi.

I dati confermano che le banche, in particolare italiane e spagnole, hanno utilizzato i fondi a basso costo della Bce per comprare quantitativi maggiori dei titoli di Stato dei loro paesi facendo in questo modo delle vantaggiose operazioni di carry trade che hanno permesso al contempo ai governi di finanziare i loro debiti a tassi sostenibili.

Tuttavia la situazione fotografata dall'Eba alla fine del primo semestre può alimentare i timori di un legame stretto tra banche e governi oltre a essere utile per il dibattito sul trattamento di bond sovrani nel calcolo dei requisiti di capitale.

Tornando ai numeri raccolti dall'Eba, a giugno di quest'anno le banche spagnole detenevano l'89% dei 199 miliardi di euro di bond governativi spagnoli nei portafogli delle banche analizzate, in rialzo dal 78% detenuto a dicembre 2010.

Le banche italiane detenevano il 76% dei 274 miliardi di titoli di Stato italiani detenuto dal campione, dalla precedente quota del 59%.

Percentuali elevate si registrano anche in Irlanda, Grecia, Cipro e Gran Bretagna, mentre l'unico paese che mostra dati a singola cifra, pari al 6%, è la Finlandia.

Anche se più focalizzati a livello domestico, i dati mostrano un miglioramento della patrimonializzazione: il core capital è infatti cresciuto di 80 miliardi di euro negli ultimi diciotto mesi allo scorso giugno.   Continua...