Imu, banche e assicurazioni criticano il decreto

giovedì 12 dicembre 2013 18:47
 

ROMA, 12 dicembre (Reuters) - Banche e assicurazioni criticano il governo per gli aumenti e gli anticipi di imposta che ha imposto loro come copertura per l'eliminazione quasi totale della seconda rata Imu.

L'Ania, l'associazione degli assicuratori italiani, "giudica le misure inique e palesemente discriminatorie. Si riserva di adire le autorità competenti, in sede sia nazionale che comunitaria, al fine di farne dichiarare la manifesta illegittimità".

L'Abi, l'associazione degli istituti di credito, ricorda che complessivamente, con la legge di Stabilità e il decreto sull'Imu, "l'onere per il settore bancario in termini di cassa per i periodi di imposta 2013-14 è stimato in oltre 3 miliardi di euro".

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia