PUNTO 2-Titoli Stato, ponderazione rischio tema globale - Draghi

giovedì 12 dicembre 2013 13:34
 

(aggiunge dettagli discorso, background)

STRASBURGO, 12 dicembre (Reuters) - La Banca centrale europea non assegnerà unilateralmente una ponderazione del rischio ai vari titoli di Stato presenti nei bilanci delle banche.

Lo ha detto il presidente della Bce Mario Draghi rispondendo a una domanda al Parlamento europeo, precisando che un tale tema dovrebbe essere concordato a livello globale, il che fa pensare che non dovrebbe essere cosa che accadrà a breve.

"Questo non è nostro compito, nè è il momento. Si tratta di un tema globale che sarà discusso dal Comitato di Basilea (per la supervisione bancaria) a suo tempo" ha detto.

Con una deroga alle regole bancarie globali, gli organi di vigilanza dell'Unione europea possono assegnare uno status di 'risk-free' ai titoli di Stato nazionali detenuti dalle banche.

Yves Mersch, membro del Comitato esecutivo della Bce, aveva detto in precedenza che i titoli di Stato sono trattati a rischio zero in base alle valutazioni di bilancio delle banche, che inizierà il prossimo anno.

Tale misura è parte della valutazione globale dello stato di salute del settore finanziario che la Bce sta intraprendendo prima di assumere la supervisione delle banche della zona euro alla fine del 2014.

La seconda parte dell'azione della Bce è rappresentata dagli stress test.

"Una questione totalmente diversa è come tratteremo il debito sovrano nei nostri stress test. Ciò non ha nulla a che fare con le diverse ponderazioni di rischio. Il debito sovrano verrà (trattato) ... come tutte le altre categorie nei bilanci delle banche" ha detto.   Continua...