Bce, paesi con alto debito non vanifichino sforzi su disavanzo

giovedì 12 dicembre 2013 10:42
 

ROMA, 12 dicembre (Reuters) - La Banca centrale europea apprezza i rilievi della Commissione Ue e dell'Eurogruppo sui bilanci degli Stati membri, e invita i Paesi con un alto rapporto tra debito/pil come l'Italia a non allentare la morsa sul deficit.

"Questo nuovo esercizio di sorveglianza deve essere pienamente efficace", si legge nell'ultimo Bollettino della Bce.

"Per portare gli elevati rapporti debito/PIL su un percorso discendente i governi non dovrebbero vanificare gli sforzi compiuti al fine di ridurre i disavanzi pubblici e di sostenere il riequilibrio dei conti nel medio termine".

Per la prima volta, quest'anno, la Commissione europea ha fatto una valutazione dei progetti di documenti programmatici di bilancio 2014 presentati in ottobre.

L'Italia, insieme a Spagna, Lussemburgo, Malta e Finlandia, è stata considerata dalla Commissione a rischio di inosservanza in assenza di provvedimenti aggiuntivi.

Il 22 novembre 2013 l'Eurogruppo ha avallato la valutazione della Commissione e ha esortato gli Stati membri a tener conto dei timori della Commissione prima di finalizzare i bilanci per il 2014.

"In prospettiva, è essenziale che gli interventi di risanamento delle finanze pubbliche continuino ad assicurare quanto prima il ritorno a solide posizioni di bilancio", dice la Bce.

In particolare, aggiunge la Bce, "le misure di risanamento dovrebbero essere favorevoli alla crescita e dotate di una prospettiva di medio termine, in modo da coniugare il miglioramento dei servizi pubblici e la limitazione al minimo degli effetti distorsivi dell'imposizione fiscale".

"Al tempo stesso occorre procedere con le riforme dei mercati del lavoro e dei beni e servizi al fine di rafforzare la competitività, aumentare la crescita potenziale, creare opportunità di occupazione e promuovere le capacità di adattamento delle economie nell'area dell'euro".   Continua...