Bce potrebbe chiedere a banche capitale a fronte di titoli Stato- FT

giovedì 12 dicembre 2013 07:58
 

ROMA, 12 dicembre (Reuters) - La banca centrale europea potrebbe richiedere alle banche della zona euro di avere un presidio di capitale a fronte dell'esposizione in titoli di Stato, nel tentativo di evitare che gli istituti più deboli utilizzino la propria liquidità per acquistare debito dei Paesi maggiormente colpiti dalla crisi.

Lo scrive il Financial Times, citando il membro del board della Bce Peter Praet.

Praet dice che la Bce potrebbe combinare i suoi nuovi poteri di regolatore del sistema bancario europeo con quello esistente di banca centrale per rafforzare i requisiti richiesti alle banche per i bond sovrani che sono stati tradizionalmente trattati come asset privi di rischio, dice il FT sul suo sito web. (link.reuters.com/red45v)

Un circolo vizioso ha segnato la crisi del debito della zona euro, dove gli Stati indebitati sono stati sostenuti da banche deboli, che a loro volta sono state colpite dalla caduta di valore dei titoli di Stato che hanno messo in portafoglio.

Secondo il Financial Times la Bce potrebbe provare a introdurre queste nuove regole in occasione della verifica sulla qualità degli attivi (AQR) delle prime 130 banche della zona, in programma per il prossimo anno, contestualmente ad una possibile nuova iniezione di liquidità a lungo termine.

Praet sostiene che se i titoli di Stato fossero trattati "sulla base del rischio che rappresentano per il capitale delle banche" durante la verifica, allora gli istituti sarebbero meno propensi a utilizzare la liquidità per comprare ancora più debito, si legge nell'articolo.

Nessun commento dalla Bce.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia