Destinazione Italia, arriva spending review componenti bollette - fonti

mercoledì 11 dicembre 2013 16:31
 

ROMA, 11 dicembre (Reuters) - Il decreto attuativo di Destinazione Italia, il piano del governo per aumentare gli investimenti diretti dall'estero, conterrà una sorta di spending review delle voci che alimentano le bollette, "principalmente la componente A3" della tariffa elettrica.

Lo riferiscono due fonti governative spiegando che questa è la strada con la quale il governo intende ridurre di circa 600 milioni il costo dell'energia, come ha annunciato questa mattina il presidente del Consiglio Enrico Letta.

"L'operazione assicura un beneficio soprattutto alle imprese", spiega una delle fonti.

Il governo conta di raccogliere 150 milioni attraverso minori stoccaggi di gas, resi possibili dalle adeguate riserve accumulate finora.

Altri 50-100 milioni arriveranno da una rimodulazione della tariffa bioraria, il regime che modula la bolletta elettrica in base alle fasce orarie e ai giorni della settimana in cui l'energia è consumata.

Altri 250 milioni dovrebbero arrivare dal 'piano incentivante' offerto ai produttori di energia da fonti rinnovabili per distribuire nel tempo gli oneri in bolletta.

Infine, il governo punta a raccogliere 150-170 milioni cambiando la disciplina del ritiro dedicato, cioè la possibilità offerta agli impianti che producono con le rinnovabili di vendere l'energia prodotta direttamente al Gse, il Gestore servizi energetici.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia